ENVIRONMENT PROTECTION PROJECT


L’IMPEGNO CONCRETO DI NADD A FAVORE DELL’AMBIENTE

L’ENVIROMENT PROTECTION PROJECT è il progetto concreto di NADD a favore della protezione ambientale che raccoglie le molte iniziative per l’ambiente portate avanti con successo da NADD sin dalla sua fondazione, in collaborazione con partner importanti come il Ministero dell’Ambiente, i ricercatori del CNR, importanti biologi marini e qualificate associazioni ambientaliste. Le attività svolte in questo ambito da NADD talvolta rientrano anche in prestigiosi progetti ministeriali, di grande risonanza.

LA NOSTRA MISSIONE SPECIALE: EDUCARE ALLA DIFESA DELL’AMBIENTE MARINO

La passione per la subacquea e per il mondo marino di NADD si traduce non solo in programmi didattici all’avanguardia, ma anche in attività specifiche dedicate alla conservazione dell’integrità ambientale.
Formare sub preparati e sensibili alla conservazione dell’ecosistema dei fondali è da sempre uno degli obiettivi primari di NADD e dei propri Istruttori. Gli allievi sin dai primi corsi vengono sensibilizzati, motivati e istruiti al rispetto nei confronti dell’ambiente e sulla conoscenza degli organismi acquatici sia di mare che di acqua dolce.

PROGETTO ARRUOLAMENTO VOLONTARI PER LA RICERCA CON IL CNR

L’arruolamento è rivolto a tutti i sub che si immergono nei laghi italiani per dare la caccia ad alcuni molluschi d’acqua dolce che si stanno rivelando importanti per lo studio dei cambiamenti climatici. Ogni lago Italiano naturale, artificiale o montano è interessante ai fini della ricerca. I dati saranno raccolti da NADD ed analizzati nell’ambito del progetto CNR Consiglio Nazionale Ricerche condotto dalla Dott.ssa Nicoletta Riccardi (CNR – ISE) ricercatrice, esperta di bivalvi, e dal Dott. Angelo Mojetta, esperto biologo e ricercatore, nonché autore di precedenti ricerche analoghe, manuali e libri specifici – Biologist Instructor Trainer NADD.
Chi è interessato (singoli e club) può candidarsi scrivendo a mailing@naddeurope.com

IO SUB CUSTODE DEL MARE: OLTRE 30.000 SUBACQUEI COINVOLTI!

NADD, in alleanza con il Ministero dell’Ambiente e l’associazione VAS Verdi Ambiente e Società, ha realizzato sistemi di rilevamento del degrado ambientale in immersione e negli scenari acquatici circostanti. L’iniziativa ha coinvolto migliaia di subacquei che hanno utilizzato uno speciale “Dive Logook” ideato da NADD per registrare il degrado riscontrato in immersione e segnalarlo alle autorità competenti.

DIRITTI AL MARE DIRITTI DEL MARE: CAMPAGNA NAZIONALE CONTRO I CRIMINI AMBIENTALI

La campagna nazionale “DIRITTI AL MARE, DIRITTI DEL MARE”, operativa dal 1996 al 2013, nata dalla collaborazione tra VAS e NADD e patrocinata dal Ministero dell’Ambiente, ha perseguito due grandi obiettivi: informare i cittadini e contribuire attivamente al monitoraggio ambientale e alla ricerca scientifica. La campagna, negli anni, ha svolto un ruolo importante per la tutela e la salvaguardia del mare, registrando un’attiva partecipazione del Ministero dell’Ambiente, centri di ricerca, università, capitanerie di porto, forze dell’ordine ed istituzioni locali, provinciali e regionali. Ha avuto un grande riscontro con i cittadini, impegnati in prima persona nel segnalare casi di inquinamento e di degrado. Nell’ambito di questa campagna nazionale sono state realizzate numerose attività di studio e di ricerca che hanno portato alla pubblicazione e alla divulgazione di materiale informativo, educativo e di promozione del mare, della fascia costiera ed in particolar modo delle Aree Marine Protette. Tramite un numero verde nazionale gratuito appositamente predisposto a servizio dell’iniziativa, sono state raccolte numerose segnalazioni sul degrado ambientale subacqueo lungo le coste, messe a disposizione delle autorità competenti.

FONDALI PULITI CON NADD

NADD ogni anno sviluppa operazioni di pulizia dei fondali di mari e laghi. Incentiva e aiuta i centri immersione, le scuole e gli istruttori subacquei ad organizzare operazioni di pulizia su tutto il territorio nazionale.

SUB PER L’AMBIENTE IN COLLABORAZIONE CON IL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE

Progetto sviluppato in collaborazione con l’Acquario di Genova e Il Ministero dell’Istruzione, che NADD sostiene unitamente a diversi altri partner del settore.

#NaddPlasticFree: la campagna di NADD per affrontare l’emergenza della plastica.

Ogni anno più di 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono negli oceani, con conseguenze gravissime.
Dalle micro-plastiche ai sacchetti, alle bottiglie ed ai materiali in genere, la plastica sta uccidendo la vita marina e sta devastando le barriere coralline di tutto il mondo. Spiagge deserte che dovrebbero essere incontaminate sono invase dalla plastica portata dal mare. Un enorme problema per l’ambiente, per la salute nostra e del pianeta.
Si tratta soprattutto di oggetti monouso come bottiglie, stoviglie, cannucce e sacchetti: il loro utilizzo dura solo pochi minuti, ma, disgregati in frammenti di micro-plastiche, inquinano per sempre e si ritrovano nell’aria e nell’acqua potabile.
Limitare l’utilizzo della plastica usa e getta è una sfida globale e urgente che richiede il contributo di tutti!

BISOGNA FARE QUALCOSA… E FARLO ADESSO!
UNISCITI A NOI, CON LA CAMPAGNA #NADDPLASTICFREE.
Durante le tue immersioni raccogli la plastica che trovi in mare e nelle spiagge, quando puoi segnala le situazioni di degrado agli enti preposti.
Inizia sin da ora a ridurre il più possibile il consumo di plastica:
– bevi acqua del rubinetto e per portarla con te usa una borraccia.
– evita sempre piatti, posate e bicchieri di plastica usa e getta oppure usali in materiali biodegradabili;
– conserva il cibo in contenitori riutilizzabili, evita la pellicola;
– in ufficio, usa la tua tazza e il tuo bicchiere;
– ricordati di fare la raccolta differenziata anche quando sei fuori casa;
– usa una borsa riutilizzabile per la spesa e per i tuoi acquisti;
– prediligi saponi e detersivi in confezioni riciclabili;
– per i tuoi vestiti scegli le fibre naturali;
– rinuncia alla cannuccia;
– partecipa ad iniziative di pulizia delle spiagge e dei fondali.

Condividi con i tuoi compagni d’immersione, i tuoi amici e la tua famiglia questi consigli, anche un piccolo gesto può essere importante.
E’ il tuo contributo per un ambiente migliore… tanti piccoli gesti insieme possono fare davvero la differenza!